Perché un libro sul marketing automation

Libro-Email-Marketing-automation

E’ appena uscito il mio libro “Email Marketing Automationil motore che accelera il rapporto con il cliente e le vendite“, edito da Flaccovio Editore per la collana Webbook. Il libro fornisce soluzioni pratiche sull’uso del canale email e sull’applicazione di automazioni alla propria comunicazione.

Può sembrare un libro tecnico, in realtà si tratta di una guida con esempi pratici che ho testato personalmente. Da alcuni anni uso l’email per comunicare in modo costante con la mia lista. Inoltre, mi occupo dello studio e della gestione di strategie di email marketing con obiettivi differenti come incremento del database, della notorietà di marca fino alla vendita, per conto di miei clienti.

Se ho acquisito una certa esperienza nell’uso del canale email, fino a qualche tempo fa mi sfuggiva il concetto di marketing automation.

Cosa si intende con software in grado di raccogliere un enorme mole di dati sugli utenti e di automatizzare i processi più semplici del business aziendale?

Poiché questa forma di intelligenza artificiale può essere applicata a una comunicazione che sfrutta la posta elettronica, oltre ad altri media come ad esempio i social e il sito, tendevo a confondere l’email marketing con il marketing automation.

Piattaforme Marketing Automation (MAP)

Piattaforme come Hootsuite e Scoop.it sfruttano le automazioni per programmare e condividere contenuti verso un pubblico prestabilito.
Zapier è un catalogo di centinaia di automazioni che possono essere integrate ad altrettante piattaforme e applicazioni.
Poi ci sono i bot, gli assistenti virtuali sugli ecommerce e sulle fan page di Facebook…

Quello che non mi era chiaro era come fondere questi software con un database di contatti email.

Credo che l’idea di scrivere un libro sul marketing automation applicato all’email sia nata dal desiderio di decifrare un sistema che in Italia è ancora poco conosciuto e in America è ancora relativamente recente, ma che sta registrando risultati positivi in tutti i settori in cui viene applicato.

Ho quindi iniziato a documentarmi online su siti americani, provando le varie piattaforme. Uno dopo l’altro, tutti i software di email marketing hanno iniziato ad aggiornare il servizio implementando la funzione Automation o autoresponder.
Nel 2013 GetResponse lanciò la versione successiva a Tracking, chiamata Autoresponder 2.0, e nel 2014 MailChimp fece lo stesso conl’attuale sezione, come aggiornamento della precedente, MailChimp Automation. Nel 2013 nascevano startup di marketing automation come Drip mentre di recente c’è stato l’aggiornamento delle piattaforme italiane MagNews e MailUp.
In questo approfondimento ho raccolto e distinto le offerte dei principali servizi.

Email e Marketing automation

Ho scritto il libro “Email marketing automation: il motore che accelera il rapporto con il cliente e le vendite” perché ‘mancava’.

Se cerchi su Amazon un testo simile in italiano ti imbatterai forse in un paio di titoli, le cui fonti però traggono origine dalle stesse piattaforme che offrono il servizio.

Email marketing automation è il primo libro in Italia ad affrontare il tema in modo indipendente e completo, in grado di accompagnare il lettore nell’intero percorso, dalla scelta della piattaforma fino alla realizzazione della strategia più opportuna.

Oggi non è più possibile tenere separati il marketing automation dall’email.

Chi invia newsletter senza segmentare il database e personlizzare in base ai comportamenti degli utenti, non sta attuando strategie di email marketing.

Ho scritto questo libro perché ce n’era bisogno. Un’azienda, soprattutto di piccole e medie dimensioni, che sono la maggioranza in Italia, per restare attiva sul mercato disponendo di risorse limitate deve ridurre al minimo la dispersione di energie e applicare in larga scala una buona pratica che porti risultati.

Il libro “Email marketing automation” vede il contributo di professionisti del digital marketing che hanno raccontato la loro esperienza per le rispettive aree di cui sono ritenuti i massimi esperti, a cominciare dalla prefazione a cura di Alessio Beltrami fondatore di Blog Aziendali e Content Marketing Italia:

…Alcune cose vanno comunicate in modo umano e in quello non possiamo essere sostituiti. A quel punto però, l’automazione diventa un obbligo e non un’opzione, perché solo un utilizzo intelligente dell’email marketing può garantire i risultati sperati.

Riccardo Esposito di Mysocialweb, a proposito della scrittura per il web:

Ci sono parole dure come pietre che frenano l’occhio, impediscono alla mente di scorrere leggera tra i paragrafi. Il mio consiglio: il valore di un testo non si misura grazie all’uso dei paroloni o di una sintassi da funambolo. Il tuo obiettivo è agevolare la comunicazione, trasmettendo informazioni ed emozioni.

Luca Orlandini di Futuraimmagine.com ed esperto in landing page efficaci:

Il nurturing attraverso l’email marketing ha proprio l’obiettivo di creare un rapporto con il cliente, trasmettendo contenuti che lo convinceranno a fidarsi di noi, per creare una situazione di interesse e desiderio che, nel momento giusto, si convertirà in azione.

Luca Vanin di WebinarPro ed esperto di webinar e degli usi per generare contatti qualificati:

Una volta promosso il tuo evento online, stai già generando lead, stai già raccogliendo indirizzi, stai già intercettando interessi e potenziali clienti. Il tuo risultato è già parzialmente raggiunto e tutto il resto è nutrimento, costruzione della relazione, coinvolgimento, creazione dell’interesse e indirizzamento verso l’acquisto.

Matteo Pogliani consulente e docente di comunicazione digitale, ed esperto di chatbot:

I chatbot funzionano grazie a regole, schemi o a un’intelligenza artificiale, permettendo agli utenti di interagire via chat, senza l’intervento umano. Non solo customer care: richiesta di servizi, sistemi di CRM avanzati, informazione su novità, offerte, promozioni sono solo alcuni delle attività che un chatbot può compiere.

Michele Tampieri, imprenditore, consulente e fondatore di funnelmarketing.it per i funnel di vendita:

La sequenza email impostata in autoresponder ha lo scopo di valorizzare i contenuti, ricordare all’utente di consumare i contenuti e portarlo alla pagina di vendita (tutto sempre in modo automatico!), solo DOPO che ha percorso un processo di comprensione e valorizzazione del prodotto/servizio proposto.

 

Libro Email-Marketing-Automation_Maura-Cannaviello

“Email Marketing Automation: il motore che accelera il rapporto con il cliente e le vendite”.

 

Se il motivo per cui ho scritto questo libro ti ha incuriosito ma, soprattutto, se ritieni di volerne sapere di più sul marketing automation applicato all’email, scarica gratuitamente l’estratto del libro.

Altrimenti, acquistalo o conosci anche le ragioni dell’editore Dario Flaccovio che ha deciso di pubblicarlo.

Se lo hai già letto o se hai dubbi o domande, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi risorse esclusive nella tua casella di posta (no spam, max 1 news/sett.)

Ti ho inviato una mail di conferma. Se non l'hai ricevuta, per favore controlla anche nella posta indesiderata.

Leave a Reply

Hai già scaricato la "Guida all'Email Marketing con la Scheda comparativa dei servizi"?

Ti ho inviato una mail di conferma. Se non l'hai ricevuta, per favore controlla anche nella posta indesiderata.