Ottimizzare un sito con il Plugin WordPress Yoast SEO

Ottimizzare sito con Plugin WordPress Yoast

Aggiornato luglio 2017 – Avevo già citato il plugin Yoast SEO a proposito dei miei programmi preferiti per potenziare WordPress e dei suggerimenti da seguire per raggiungere un buon posizionamento nei risultati dei motori di ricerca.

Yoast, infatti, è probabilmente il plugin più noto e più scaricato (più di 11 milioni di download) dalla community di WordPress per ottimizzare un sito o un blog dal punto di vista SEO – Search Engine Optimization on page.

 

Plugin Yoast SEO come funziona

Devo subito dire che il plugin WordPress Yoast SEO interviene e risolve problemi in diversi ambiti dell’ottimizzazione SEO on page.

Ottimizzare sito con Plugin WordPress Yoast_menu

Plugin WordPress Yoast Menù

Attraverso la relativa sezione che si installa nella dashboard di WordPress sotto la voce SEO, Yoast ti aiuta a scrivere contenuti migliori per i motori di ricerca come testo, titolo e descrizione, purché incentrati su una determinata keyword o frase.
Inoltre, restituisce l’anteprima dello snippet, cioè il testo sotto il titolo del tuo post, così come verrebbe visualizzato nella Serp di Google, con il vantaggio di poter correggere eventuali errori di lunghezza (se troppo corto o troppo lungo) o di engagement (call to action fiacca o assente) prima della messa online.

 

 

Yoast è in grado di verificare in tempo reale e segnalare nel tab “Page Analysis” (Analisi contenuti), attraverso un semaforo di colori – verde ok, giallo puoi migliorare, rosso ko -, il mancato inserimento, ad esempio, dell’Alt test (testo alternativo) alle immagini o di dividere il testo in paragrafi per una migliore comprensione del contenuto da parte dei motori di ricerca che lo scansioneranno durante l’indicizzazione.

 

Ottimizzare sito con Plugin WordPress Yoast_analisi pagina

Analisi della pagina in tempo reale

 

Sempre nella versione gratuita puoi inserire titoli e descrizioni per tag e categorie oltre a personalizzare il modo in cui verrà mostrato il percorso interno del tuo sito a un contenuto, le cosiddette briciole di pane o breadcrumbs. Per ogni pagina puoi anche decidere se farla indicizzare o meno nei motori.

Yoast è integrato a Google Search Consoleex Webmaster tools ed è pensato anche per le condivisioni social, infatti è possibile implementare l’OpenGraph di Facebook e presto anche il tag Google+ per fornire le tue preferenze su come far visualizzare il tuo post dopo la condivisione su questi social media.

 

Plugin Yoast SEO installazione e configurazione

Prima di installare il plugin WordPress Yoast SEO accertati di aver disattivato ogni altro plugin utile all’ottimizzazione on page del sito o blog. Questo per evitare eventuali conflitti di gestione. Se in precedenza hai utilizzato “All In One SEO Pack” o “HeadSpace2” o altri plugin, puoi importare tutte le vecchie impostazioni attraverso la voce Strumenti e il tab Importa da altri plugin SEO.

Dopo aver scaricato l’ultima versione di Yoast SEO, verifica che sia compatibile con quella corrente del tuo WordPress – altrimenti fai un backup e aggiornala – attivala dalla voce Plugin della dashboard del CMS e procedi con la configurazione direttamente dalla sezione SEO che comparirà nel menù laterale.

La prima cosa da fare è verificare il tuo sito o blog attraverso il tab “Strumenti per Webmaster” in Generale, sia per il principale dei motori di ricerca sia per Bing, Yamdex e Alexa. Per farlo, dovrai richiedere il relativo codice ed autenticarti con esso.

 

Ottimizzare sito con Plugin WordPress Yoast_verifica dominio

Verifica dominio

 

Successivamente, dalla voce Sitemaps XML, accedi alla tua mappa del sito e inviala a Google tramite il pannello Search Console dalla voce Sitemap.

Terminate le procedure iniziali, vediamo come ottimizzare i tuoi contenuti con Yoast SEO.

Il plugin WordPress Yoast SEO aggiunge sotto ogni nuovo articolo o pagina creata un form che è stato recentemente rivisto e aggiornato. Questo form presenta tre sezioni: Contenuto, Avanzato e Social dove ottimizzare i tuoi contenuti.

In Contenuto devi indicare la parola chiave per la quale intendi indicizzare il tuo articolo o pagine e per cui Yoast produrrà in tempo reale l’analisi. La stessa keyword o frase andrà usata nei vari campi quali titolo, descrizione e snippet. Attraverso i colori del semaforo di Yoast SEO saprai se stai facendo un buon lavoro o se devi migliorarlo.

 

Anteprima snippet

Anteprima snippet

 

In Avanzato puoi stabilire una serie di indicazioni più tecniche come, ad esempio, se desideri o meno indicizzare il contenuto, farlo seguire dai Robots (Follow o NoFollow) e hai la possibilità di indicare l’URL canonica a cui il post dovrebbe puntare.

 

Ottimizzare sito con Plugin WordPress Yoast_avanzato

Plugin WordPress Yoast Sezione Avanzato

 

Nella sezione Social possiamo aggiungere le varie indicazioni che verranno pubblicate nel momento in cui qualcuno condividerà l’articolo.

 

Aggiornamento del 6 luglio 2017

Con la versione 5.0, Yoast introduce una nuova funzionalità per il plugin di WordPress. Come annunciato anche nel post ufficiale, scaricando o aggiornando WordPress Yoast SEO a 5.0, noterai nella lista dei post pubblicati una nuova colonna, contrassegnata da un’icona a forma di piuma. Questa nuova feature ti aiuta ad avere un riferimento sulla struttura e i collegamenti del tuoi post perché registra il numero di link inseriti e il numero di collegamenti aggiunti ad altri articoli. L’ormai noto semaforo di Yoast indicherà se sono o no sufficienti a livello di leggibilità.

 

Plugin-Yoast-SEO-come-funziona_internal-link

Nuova feature – ultima colonna con l’icona a forma di piuma

 

Conclusioni
Trovo che il plugin WordPress Yoast SEO sia molto utile nel dare indicazioni al fine di migliorare l’ottimizzazione on page dei contenuti. Ma questo è soltanto un suggerimento anche in considerazione del fatto che ottenere la luce verde del semaforo in tutte le sezioni previste dal form non equivale a posizionarsi nei primi post nella Serp di Google. Pertanto, è consigliabile continuare a fare tentativi per migliorarsi anche attraverso lo studio o rivolgersi, infine, a un esperto SEO che saprà occuparsi dell’ottimizzazione SEO anche senza l’uso del plugin.

Che plugin usi per l’ottimizzazione onpage del tuo sito o blog? Se anche tu usi Yoast SEO per WordPress quanto peso dai al semaforo di controllo?

 

Se ti va, condividi l’articolo con i tuoi contatti e iscriviti alla newsletter attraverso il form qui sotto!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi risorse esclusive nella tua casella di posta (no spam, max 1 news/sett.)

Ti ho inviato una mail di conferma. Se non l'hai ricevuta, per favore controlla anche nella posta indesiderata.

 

Leave a Reply

Hai già scaricato la "Guida all'Email Marketing con la Scheda comparativa dei servizi"?

Ti ho inviato una mail di conferma. Se non l'hai ricevuta, per favore controlla anche nella posta indesiderata.