Piattaforme di email marketing quale scegliere

Principali piattaforme di email marketing

Scegliere il giusto software email marketing determinerà il raggiungimento o meno dei tuoi obiettivi e potrà incidere in modo differente sul budget che hai destinato alle tue attività di promozione digitale.

Tuttavia, la scelta potrebbe essere ardua se non sai esattamente di cosa hai bisogno e quali sono le diverse caratteristiche delle piattaforme di email marketing e/o di marketing automation, che ti consentiranno di personalizzare la tua comunicazione.

Per questo motivo, ho deciso di ampliare le schede già abbastanza dettagliate dei servizi di email marketing nazionali e internazionali, che puoi trovare nell’ebook e guida gratuita Scopri l’Email Marketing Efficace!.

Perché scegliere una piattaforma di email marketing per inviare newsletter

Faccio un passo indietro e parto dalle basi: se stai cercando di promuoverti online, avrai già valutato l’eventualità di collezionare contatti email a cui inviare la tua newsletter. Ma anche se la tua attività è già collaudata, potresti essere interessato a conoscere le principali piattaforme che offrono servizi di email marketing per compiere quello scatto in più che renderà l’email un canale professionale per la tua comunicazione.

Invece, se ancora non hai considerato l’eventualità di inviare i tuoi messaggi tramite una piattaforma accreditata, ti invito a farlo, dando un’occhiata a questo video che spiega l’importanza di utilizzare un ESP – Email Service Provider, al posto di un comune programma di posta.
In parole povere, non avrai problemi di spam e i tuoi invii saranno supportati da template responsivi e da statistiche puntuali.

Perché è importante scegliere una piattaforma di email marketing adeguata?

Premesso che non puoi utilizzare il tuo programma di posta per inviare newsletter, forse avrai pensato all’ipotesi di installare un plugin per gestire le newsletter internamente. A meno che tu non abbia un team di programmatori e delle risorse economiche da investire, la gestione delle infrastrutture è più onerosa. Più complessi sono anche i controlli a livello di “Inbox”, come la verifica sulla consegna (deliverability) e sulla corretta visualizzazione del layout. Per più motivi, tra un plugin e una piattaforma email ti consiglio quest’ultima scelta.

I software di email marketing sono piuttosto immediati. Ad esempio, può bastarti un collegamento a internet e un account su MailChimp, gratuito fino a 2.000 contatti e 12.000 invii al mese, per inviare una newsletter o una DEM “verificata”.
Semmai, la complessità dell’email marketing sta nel costruire una lista di contatti, nell’ideare messaggi che le persone vogliono leggere e nell’indurle a compiere un’azione sul tuo sito o blog.

Potrai ottenere questi passaggi attraverso (ma non solo):

  • un modulo o più moduli di registrazione,
  • uno o più layout per la tua newsletter,
  • test che supportino le tue scelte,
  • messaggi transazionali e campagne di “nutrimento” che informino ed istruiscano i tuoi iscritti,
  • segmentazioni su caratteristiche specifiche degli iscritti,
  • automazioni di messaggi che si attivino al verificarsi di determinati eventi.

Quando sceglierai la tua piattaforma di email marketing, che tipicamente si tratta di un servizio online, dovrai considerare questi aspetti, oltre all’ampiezza del tuo database che farà oscillare il prezzo del tuo abbonamento al servizio, e le tue esigenze specifiche di business come potrebbero esserlo avere una landing page o i webinar, solo per fare un esempio.

La difficoltà della scelta è dovuta alle tante offerte che spesso non è possibile mettere a confronto. Di seguito ti fornirò una descrizione delle principali piattaforme di email marketing in modo che tu possa farti un’idea di quella che più di altre fa al caso tuo.

Attenzione: non sei sicuro della scelta da compiere? Compila il questionario ed entro un paio di giorni valuterò la tua situazione e ti invierò il mio suggerimento.

Differenza tra email marketing e email marketing automation

L’email è un elemento comune in differenti strategie del marketing digitale, per questo motivo spesso si tende a confondere o a sovrapporre piattaforme di email marketing con quelle di marketing automation.
Questo errore potrebbe indurti a scegliere un fornitore inadatto alle tue esigenze!

I fornitori di servizi email (ESP) sono specializzati in comunicazione, forniscono servizi “chiavi in mano”, e normalmente si occupano di tracciare le interazioni tra gli iscritti e le singole campagne inviate.
Le piattaforme di email marketing automation sono più sofisticate perché hanno l’abilità di monitorare tutti i passaggi di una comunicazione in base a specifici eventi chiamati trigger. Questi software registrano tutte le attività di un intero flusso di messaggi, acquisendo informazioni sul comportamento del singolo in modo da fornirgli un percorso dedicato. Per questa ragione richiedono una fase di pre-programmazione.
Inoltre, potrebbero presentare opzioni relative alla newsletter di base, come ad esempio template piuttosto scarni.

In genere, la prima esperienza di marketing con l’email avviene attraverso software di email marketing e solo dopo aver acquisito una certa dimestichezza con lo strumento si può passare a uno che fornisce degli autorisponditori (autoresponder) di automation.

Requisiti minimi e consigliati

Che si tratti di una piattaforma di email marketing o di marketing automation, prima di sottoscrivere un abbonamento e per non ricevere brutte sorprese, verifica che siano presenti almeno le opzioni di base, considerando che potresti aver bisogno anche di quelle avanzate.

Requisiti minimi

  • gestione di liste in gruppi e sessioni;
  • statistiche generali e dettagliate sui singoli invii;
  • attivazione di A/B test;
  • layout responsive;
  • integrazione con altri software.

Requisiti consigliati

  • automazioni (impostazione di messaggi automatici concatenati);
  • landing page;
  • dominio personalizzato.

 

Principali piattaforme di email marketing

Ora che hai visto quali sono le caratteristiche generiche dei servizi, finalmente arriviamo al dettaglio di quali piattaforme di email marketing scegliere. La premessa è che ce ne sono moltissime, inoltre, data la diversità delle offerte sarebbe impossibile confrontarle direttamente e censirle tutte. Ho quindi scelto quelle che rappresentano, per me, una rosa eterogenea di possibilità su cui potrebbe ricadere la tua scelta.

Ti ricordo che se non sei sicuro della decisione da prendere, puoi compilare il questionario e ricevere gratis entro un paio di giorni il mio suggerimento.

MailChimp, l’ho citata poco più sopra in quanto è il software e applicazione per spedire newsletter più popolare e usata al mondo. Nasce come una piattaforma di email marketing, una delle prime, a cui è stata estesa la parte di automation e a presentare un’interfaccia semplice e intuitiva. Aggiungo che anche economicamente è conveniente visto che è gratuita fino alla prima soglia di 2.000 iscritti e che la versione a pagamento (basic) è veramente accessibile.
Anche nella versione free consente di inviare campagne HTML, campagne A/B test e RSS. Più recente è la versione “Automation”, prevista però per gli account a pagamento e l’integrazione con Facebook, di cui l’annuncio ufficiale. Era comunque già possibile fare fan acquisition con MailChimp attraverso l’integrazione con il social network.

GetResponse è un’altra piattaforma nata per i servizi di email marketing che presto ha aggiunto anche la sezione di autoresponder. Rispetto a MailChimp è leggermente più cara, ma la gestione dei flussi di automazioni è più articolata e consente di separare i percorsi e gestire in modo più efficace la comunicazione.
Oltre a ciò, GetResponse permette di utilizzare una o più landing page e uno o più webinar, in base al piano selezionato.
Anche questa piattaforma si integra con Facebook ed è possibile inserire il pixel di monitoraggio sulla landing per verificare in modo puntuale le conversioni dei lead tramite la campagna pubblicitaria. A differenza di MailChimp, non è possibile usare gratuitamente GetResponse, ma la versione di prova di 30 giorni.

MagNews è la piattaforma italiana di email marketing di proprietà della società Diennea. Anche questo servizio offre una demo gratuita di alcuni giorni, ma non esiste la versione gratuita. Anzi, ti anticipo che MagNews è pensata per aziende strutturate e per web agency che gestiscono più clienti e dunque necessitano di un’interfaccia più articolata. Se ti orienterai su questa scelta, verrai contattato da un commerciale che elaborerà un preventivo su misura per te.
La piattaforma è stata sviluppata su esigenze di multiutente e multipiattaforma anche per l’invio di sms e fax.
Il suo punto di forza è senz’altro la flessibilità della gestione del database e l’assistenza, in italiano, praticamente in tempo reale.

Anche MailUp è una piattaforma di email marketing totalmente italiana e molto apprezzata. Proprio come MagNews, consente di inviare sms e fax e di consentire l’accesso a più utenti di uno stesso team con livelli di gestione diversi. I pacchetti offerti da MailUp sono adatti sia a piccole imprese sia ad aziende più strutturate e sono configurati in base all’ampiezza di banda. Per cui, più messaggi hai necessità di inviare e maggiore sarà il costo del noleggio, a meno che tu non decida di diminuire la velocità di consegna.
In questo video di presentazione al tutorial, ti spiego quali sono le opportunità offerte dal servizio.

Arrivati a questo punto, e prima di procedere con la prossima piattaforma, ti chiederei di condividere e di mettere +1 per esprimere il tuo gradimento all’articolo:

Drip è una piattaforma di marketing automation, una startup acquistata da LeadPages, azienda leader nello sviluppo di software di fan acquisition. Come MailChimp, consente l’uso gratuito fino a un massimo di 100 iscritti di quasi tutte le opzioni. La sua interfaccia è meno intuitiva delle altre, ma se vuoi provare a impostare le tue prime automazioni è quella che ti consiglio.
Puoi creare un numero infinito di form di iscrizione da inserire sul tuo sito o landing page a cui agganciare i tuoi flussi.
Il team di Drip è molto attivo nel fornire supporto con materiali e webinar gratuiti, inoltre, anche per chi usa il software nella versione gratuita è prevista l’assistenza.

Tutti i software di cui ti ho parlato possono essere integrati con Zapier per il marketing automation, in modo da copiare, spostare e/o cancellare i dati acquisiti da ogni iscritto su altre piattaforme o su fogli di lavoro, come ad esempio quelli di Drive.

Ovviamente ci sono molte altre piattaforme di email marketing come SendInBlu o Newsletter2Go che puoi valutare, ma se hai ancora qualche dubbio, lasciami un commento al post oppure compila il questionario per ricevere una valutazione gratuita della tua situazione.

Se hai trovato interessante il contenuto, condividilo sui social e iscriviti alla mia newsletter per ricevere risorse utili ed esclusive sul web marketing.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi risorse esclusive nella tua casella di posta (no spam, max 1 news/sett.)

Ti ho inviato una mail di conferma. Se non l'hai ricevuta, per favore controlla anche nella posta indesiderata.

4 commenti

  1. Andrea 4 aprile, 2017 Rispondi
  2. paolo 26 aprile, 2017 Rispondi
    • Maura Cannaviello 27 aprile, 2017 Rispondi

Leave a Reply

Hai già scaricato la "Guida all'Email Marketing con la Scheda comparativa dei servizi"?

Ti ho inviato una mail di conferma. Se non l'hai ricevuta, per favore controlla anche nella posta indesiderata.