Comunicare post-covid


In questi mesi è cambiato tutto, anche se il cambiamento era già in atto. Il web si muove alla velocità della luce! Piattaforme e servizi che oggi hanno grande successo, domani potrebbero non esserci più.

Per questo è molto importante non focalizzarsi sullo strumento, piuttosto sulla metodologia e strategie da adottare.

All’inizio di quest’anno pubblicavo il video “come comunicare nel 2020” e, alcune settimane dopo, è arrivata l’emergenza Covid-19 che ha stravolto la nostra realtà globale e, di certo, ha dato un’accelerata al digitale tanto che anche in politica si stanno prendendo decisioni importanti per dare a tutto il Paese una rete unica e ultra veloce.

Pensiamo che nei primi mesi dell’anno, in Italia sono stati due milioni gli utenti attivi rispetto ai settecentomila dello scorso anno. Tutte queste connessioni contemporanee hanno provocato rallentamenti e difficoltà ad accedere ad internet proprio perché la rete non era in grado di sostenere il volume delle richieste.

Chi prima del lockdown aveva già una presenza digitale e/o ha trasferito una parte della propria attività online tramite siti ed e-commerce, forse anche in modo affrettato, è riuscito, comunque, a non fermarsi del tutto. Mi riferisco, ad esempio, a tutte quelle attività locali che avevano costruito un posizionamento chiaro e, soprattutto, una relazione con il proprio pubblico di riferimento. Queste si sono potute aggiudicare tramite il contatto diretto con i propri clienti o potenziali tali, ordini e pre-ordini rispetto ad altri brand che si sono dovuti fermare e hanno subìto, purtroppo, conseguenze molto dure, dovendo chiudere in molti la propria attività.

Questi mesi, si spera, li abbiamo alle spalle ma non siamo tornati alla normalità di prima. Questa che stiamo vivendo è una “nuova normalità”. Dobbiamo continuare a convivere con l’emergenza Coronavirus nei prossimi mesi se non anni.

Dobbiamo ripensare ai nostri servizi e prodotti, a come presentarci sul mercato in modo diverso. Ci sono già alcune assicurazioni che hanno modificato le proprie polizze con apposite clausole relative a responsabilità da assumere o attribuire, a seguito di un eventuale nuovo blocco delle attività, soprattutto nei settori viaggi, concerti, spettacoli e altro.

Costruiamo una nuova comunicazione

Non so di cosa ti occupi ma forse l’offerta che proponi dovrà tenere conto di nuovi, prevedibili regolamenti sulla sicurezza oltre, a mio avviso, alla sostenibilità della tua offerta rispetto alla tutela dell’ambiente. Comunicare il “giusto messaggio”, nei prossimi mesi diventa ancora più importante così come avere un posizionamento chiaro e avere costruito una community intorno al nostro brand in modo che possiamo essere sostenuti dalle persone che ci seguono ma, a nostra volta, possiamo dare loro un sostegno nel far sentire la nostra presenza.

In questo articolo “Coronavirus e brand: comunicare in quarantena” ho raccontato alcuni casi studio di aziende che si sono dovute fermare per l’emergenza, ma che hanno continuato a essere un riferimento per la loro community, comunicando norme di condotta, fornendo assistenza oltre a consigli e suggerimenti per la ripartenza.

Anche io, nel mio piccolo, sul gruppo Facebook WMAcademy Club, collegato alla mia academy di corsi online di web marketing, ho mantenuto il contatto con regolari dirette live e video che offrivano formazione gratuita alle persone bloccate a casa.

La comunicazione nei prossimi mesi non dovrebbe essere la stessa che abbiamo portato avanti fino ad oggi.

Il nostro modo di fare marketing, il nostro modo di portare un’offerta sul mercato, dovrà adeguarsi a questa nuova realtà

Mi piacerebbe sapere di cosa ti occupi e se appartieni alla percentuale di aziende che, purtroppo, si è dovuta fermare o subìre anche conseguenze peggiori, oppure se il tuo business è invece cresciuto.

La stima di crescita per il comparto e-commerce in Italia per quest’anno è pari al 26% rispetto al 2019, in considerazione del fatto che in media, nei due anni precedenti era stata del 22%.  

Ecommerce crescita 2020
Fonte: Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano

Se le crisi portano opportunità di cambiamento, siamo chiamati a coglierle per non riproporre gli schemi del passato. In primo piano dovremmo mettere la relazione con gli altri e interagire con il mondo che ci circonda in modo etico e sostenibile.

 Vorrei continuare a portare avanti questa conversazione con te. Se vuoi farlo, puoi iscriverti alla mia “lista di attesa Membership Pack”, che contempla proprio un percorso di affiancamento con la mia presenza per lanciare e portare avanti il tuo progetto online.

Se sei interessato iscriviti alla lista d’attesa perché a breve riaprirò l’accesso a WMAcademy Membership Pack.

Un saluto a presto!

WMACADEMY MEMBERSHIP PACK

Lista di Attesa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.