Differenze tra Buffer e Hootsuite, quale tool scegliere

Differenze tra Buffer e Hootsuite

Buffer è utile per condividere in modo programmato i tuoi contenuti su più social network. Dare visibilità alle tue attività attraverso i principali canali social media marketing e gestirli da un’unica piattaforma, è una necessità imprescindibile se vuoi risparmiare tempo e risorse.

Per questo motivo esistono tanti tool gratuiti e a pagamento, ognuno con le proprie caratteristiche, che consentono la condivisione sui diversi canali digitali, come può esserlo Postpickr, un servizio tutto italiano che promette a breve di implementare grandi novità, oppure Hootsuite, la piattaforma del “gufetto”.

Tutto sta nel capire quale strumento può fare al caso tuo!

Che sia un’estimatrice di Hootsuite lo dimostrano i numerosi articoli in proposito come la Guida ad Hootsuite o Differenze tra Hootsuite e Scoop.it, servizio per la verità più orientato al content marketing che offre anche la possibilità di condividere i propri contenuti su più social media. Pertanto in questo post non mi addentrerò nello spiegare come funziona Hootsuite, piuttosto affronterò il funzionamento di Buffer e le differenze tra i due.

Buffer come funziona

Partiamo con il dire che Buffer è una web app verticale che consente cioè di pianificare i propri post attraverso un’interfaccia molto semplice ed immediata sui principali social network. Infatti, a differenza di Hootsuite, non presenta la sezione “stream” dove visualizzare e interagire con il traffico social in tempo reale né il palinsesto editoriale previsto da Postpickr.

Una volta che ti sarai registrato alla piattaforma e avrai aggiunto i tuoi profili social che visualizzerai nel menù della spalla sinistra, troverai nella parte centrale dello schermo quattro tab principali: Content, Analytics, Schedule e Setting.

Differenze tra Buffer e Hootsuite_Buffer menù

 

Tab Content

In questo spazio puoi condividere i tuoi contenuti su tutti i profili social, spostandoti in alto sulle icone corrispondendi. A ogni post puoi aggiungere una foto, un video e perfino creare una nuova immagine (funzione “Create an image”) grazie alla recente partnership con Pablo, particolarmente consigliata per realizzare “quote”, cioè citazioni di frasi famose con sfondi grafici o paesaggi.

Buffer ti consente di condividere subito il tuo contenuto sui tuoi social network o di pianificarlo mettendolo in coda all’ultimo programmato (Add to Queue) o in un giorno e in un’ora da te stabiliti (Schedule Post).

Differenze tra Buffer e Hootsuite_Buffer content

Tab Analytics

Da questa sezione puoi seguire le statistiche relative alle tue condivisioni. Per la versione gratuita è attiva solo la pagina Post dove visualizzare per ogni contenuto appena pubblicato e quindi in tempo reale, il risultato in termini di interazioni, gradimento e diffusione.

Differenze tra Buffer e Hootsuite_Buffer statistiche

Tab Schedule

Questa tab ti permette di impostare il fuso orario per ogni account social, indispensabile per pubblicare nel giorno e nell’orario desiderato. Se la tua Fan Page si rivolge a un pubblico inglese, potresti ad esempio voler impostare il fuso di Londra. Sempre da questa sezione puoi anche stabilire una serie di orari fissi nei giorni da te preferiti in cui condividere i tuoi contenuti.

Differenze tra Buffer e Hootsuite_Buffer calendar

Buffer Calendar – versione Pro

Tab Setting

Da questa tab puoi stabilire se usare o meno i link brevi (short link) all’interno delle tue condivisioni e, in caso affermativo, quale tool utilizzare. Io, ad esempio, ho collegato il mio account bit.ly.

 

Vuoi sapere come sviluppare un piano editoriale per la tua nicchia di mercato? Ho creato un corso online sulle tecniche e gli strumenti indispensabili per gestire la tua “voce” sui social. Dai un’occhiata al programma!

 

Buffer e Hootsuite differenze

Tirando le somme, la versione gratuita di Buffer, come del resto quella di altri tool, presenta molte limitazioni come l’impossibilità di avere una visione d’insieme di tutti i post programmati sui diversi profili mentre è prevista come “Calendario” in quella a pagamento. Hootsuite restituisce questa panoramica anche nella versione gratuita che trovo essere molto utile per non creare sovrapposizioni o troppe ridondanze tra i diversi account che gestiamo, anche se sono stati ridotti da 5 a 3.

Buffer consente di gestire fino a 5 account nella versione gratuita con il limite di 10 post per ciascuno. Inoltre, per quello che riguarda Linkedin, Buffer ha limitato la possibilità di postare sul social ai profili e alla pagina, ma non nei Gruppi.

Buffer permette, inoltre, di pubblicare in un sol colpo un unico post su tutti i profili per cui si è abilitati, anche se consiglio di personalizzare sempre il messaggio e l’orario in base alla piattaforma su cui si intende postare.

Un altro aspetto che contraddistingue Buffer è lo stile frizzante e coinvolgente della sua comunicazione, così come lo è questa gif animata che ho ricevuto in mail per segnalarmi il successo di un mio tweet. L’immagine parla da sola!

Lookit! Your latest tweet is taking off!

Lookit! Your latest tweet is taking off!

 

Adesso tocca a te, quale piattaforma di social media marketing usi per la diffusione dei tuoi contenuti e perché? Fammelo sapere con un commento. Prima di lasciare la pagina condividi l’articolo o iscriviti alla newsletter per ricevere risorse esclusive!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.