Qual è l’orario migliore per inviare le email?

orario migliore per inviare le mail

Molte piattaforme email marketing si stanno dotando della funzione “invia all’orario migliore“, basata su sistemi di AI – Artificial Intelligence – , per programmare newsletter e messaggi automatici dei brand loro clienti. Come sfruttare questa opzione e replicarla se non disponiamo di un servizio simile? 

L’email marketing è il canale digitale con il più alto ritorno sull’investimento, pertanto sono certa che vorrai ottimizzarlo per ottenere risultati migliori per te e per i tuoi clienti. Adoro il refrain:

si fa rete con i social, si vende con l’email!

Sebbene l’avvento del mobile abbia reso meno effettiva la programmazione dell’orario di spedizione, perché le persone aprono le mail anche quando non sono davanti al computer, conoscere il giorno e il momento più opportuno per inviare la propria campagna potrebbe portare risultati migliori!

Come le piattaforme email individuano l’orario di invio migliore

Va considerato che tutti i principali ESP – Email Service Provider accedono in forma anonima a enormi volumi di dati divisi per settori merceologici, tipologie di messaggi – email promozionali, newsletter e transazionali – e dimensioni di liste. Sono le stesse informazioni utilizzate ogni anno per stilare i report del settore email con le medie di aperture, clic, disiscrizioni e altro a cui noi marketer facciamo riferimento.

Incrociando i dati di tutti i clienti, gli ESP ricavano all’interno di un determinato periodo, i giorni e gli orari di invio che hanno generato maggiori interazioni.

Come puoi trovare il tuo orario migliore

Premesso ciò, anche tu potresti analizzare tutti gli invii che hai fatto verso i tuoi iscritti o che hai gestito per i tuoi clienti nell’arco di un anno per verificare quali hanno ottenuto più risultati e individuare il momento migliore per spedire. In effetti, molto spesso queste informazioni ti daranno un piccolo spaccato dello stile di vita della tua audience. 

Ad esempio, il report di Adobe Analytics sulle conversioni verso siti e-commerce dal canale email mostra come le aperture avvengano durante tutto il giorno ma i clic, quindi i presumibili acquisti, si concentrino al di fuori dell’orario di lavoro.

coversion-by-channel

Ci sono purtroppo un paio di “però”:

– il tuo campione non sarà mai rappresentativo a sufficienza quanto quello di milioni di clienti di un ESP e potresti non avere inviato abbastanza campagne e in orari e in giorni diversi 

– non potrai incrociare queste informazioni con quelle della tua concorrenza. Anche se, iscrivendoti alle newsletter dei tuoi competitor potrai farti un’idea del loro giorno di invio preferenziale.

Inoltre, l’orario migliore per inviare le mail fa riferimento alla metrica “tasso di apertura” che a partire dall’aggiornamento di Apple – Email Privacy Protection non è più così attendibile. Ciò significa che anche eventuali A/B test sull’open rate non saranno più significativi.

Quando inviare?

Secondo i dati raccolti da Omnisend, su due miliardi di email spedite, l’ideale sarebbe inviare entro la prima metà del mese sia per tassi di aperture sia per clic.

omnisend best time to send emails1 1024x518 1

Una spiegazione potrebbe essere data dal fatto che molti lavoratori vengono pagati a fine mese o verso il dieci del mese successivo e avrebbero quindi maggiore potere di acquisto.

I giorni preferenziali per l’invio sarebbero il giovedì seguito dal martedì. Mentre lunedì e sabato sarebbero i giorni peggiori per inviare newsletter promozionali.

omnisend best days to send emails3

In generale, è preferibile inviare al di fuori degli orari di lavoro come la mattina prima delle 8, o nella pausa pranzo o pomeridiana intorno alle 16. In alcuni casi, può avere senso inviare email nelle prime ore serali quando le persone stanno finendo il lavoro o sono a casa e controllano la posta prima di rilassarsi o andare a letto.

La piattaforma Brevo ex-Sendinblue ha trovato ulteriori risultati rispetto al momento migliore in cui inviare e cioè distinguendo per settori merceologici.

Sendinblue best time

Inoltre, ha individuato il martedì e il mercoledì come giorni con maggiori interazioni con picchi alle 10 del mattino e tra le 15 e le 16.

Sendinblue overview dow 1

Qual è l’orario migliore per inviare le email?

La risposta non può che essere: dipende. Non esiste un orario che possa andare bene a tutti in quanto devi sempre riferirti al tuo settore e a ciò che hai dichiarato nel form di iscrizione. Ad esempio, per un e-commerce è normale fare più invii nell’arco di un mese mentre in ambito email marketing B2B o no-profit potrebbero essere più diradati. Considera poi se nella tua pagina di optin annunci di spedire la newsletter una volta alla settimana di giovedì. La tua frequenza di invio dovrà rispettare quella programmazione.

Ci sono poi alcuni periodi dell’anno come, ad esempio, il Black Friday o i saldi stagionali che ammettono invii ravvicinati facendo saltare un po’ tutte queste indicazioni.

Conclusioni

Le statistiche possono darti delle indicazioni su quando inviare ma dovrai fare dei test sulla tua audience per trovare il giorno e l’ora ideale. Un buon sistema è anche quello di lasciare alla piattaforma email l’onere di individuarli perché, in definitiva, l’orario migliore per inviare le newsletter è quello in cui i tuoi iscritti controllano la posta.

Lasciami un commento e fammi sapere cosa ne pensi. Dai anche uno sguardo ai miei corsi di email marketing! Se ancora non lo hai fatto, iscriviti alla mia newsletter.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.