Postpickr per gestire i social

Postpickr_social-media

Aggiornato il 30 marzo 2018 – Nonostante ne abbia provate tante, anche quest’anno scelgo PostPickr come piattaforma per gestire i miei canali social.

La piattaforma di social media assistant tutta italiana, in questi due anni dalla sua nascita non ha mai smesso di rinnovarsi – ne avevo già raccolto una prima trance di aggiornamenti – portando al suo interno innovazioni tecnologiche anche più avanzate di altri servizi stranieri.

Nelle prossime righe, voglio spiegarti perché uso PostPickr con successo dal momento del suo lancio.

Intanto, vediamo insieme perché è necessario utilizzare un servizio per gestire i social network.

 

Perché gestire una presenza sui social

Che tu sia un’azienda o un professionista non puoi pensare di escludere dalla tua comunicazione i social network.

Non rientreranno tra i fattori di ranking contemplati dai motori di ricerca, tuttavia aiutano a posizionare il brand e a generare traffico incrementale sul tuo sito. E’ risaputo che i canali social non fanno vendere direttamente, ma intrattenere conversazioni, fornire assistenza e supporto al proprio potenziale cliente, secondo il nuovo processo di marketing denominato Social Selling, aiutano le vendite!

Oggi tutti noi abbiamo poco tempo a disposizione e cerchiamo soluzioni rapide ai nostri problemi. E’ provato che la maggior parte dei consumatori preferisce contattare le aziende attraverso i canali social per ricevere risposte rapide se non in tempo reale!

I social media possono fornire una grande opportunità di crescita del proprio marchio o prodotto a un costo contenuto rispetto ai media tradizionali, a patto che siano inseriti in una strategia con obiettivi chiari e misurabili.

Una buona gestione della presenza di un’azienda o di un professionista sui social network non può prescindere dallo studio del proprio consumatore-tipo. Sarebbe inutile se non dispendioso, presidiare un canale che non è seguito dal nostro pubblico ideale oppure accendere una presenza su tutti i social ma non considerare un piano editoriale di breve e medio periodo che garantisca una continuità di contenuti e sia coerente con il tone-of-voice del brand.

 

Cosa dire sui social network

Premettendo che ogni canale ha il proprio formato preferenziale e dunque è molto importante adattare il contenuto alla specifica piattaforma, il “cosa e come dirlo” dovrai individuarlo nel tuo piano editoriale che dovrà quindi partire dall’individuazione della tua nicchia di mercato.

Dovrai rispondere ad alcune domande, quali:

  • A chi ti rivolgi?
  • Quali canali digitali frequenta il tuo pubblico?
  • Quali sono i temi che stanno maggiormente a cuore al tuo potenziale cliente?

Prima di andare avanti, se vuoi sapere cosa dire sui social e come sviluppare il tuo tone-of-voice ti consiglio di dare un’occhiata al mio corso “Piano editoriale per i social” che ti aiuterà a scegliere anche gli opportuni strumenti di ascolto del mercato.

Se vuoi saperne di più, guarda il video.

 

Produrre un contenuto per attrarre il tuo potenziale pubblico può rivelarsi dispendioso in termini di tempo e di produzione, soprattutto se sei una piccola attività o un professionista che svolge tutte le fasi di ricerca e realizzazione in modo indipendente.

Come confermato da molte aziende, le attività di content marketing sono tra le più onerose. Proprio per questa ragione, ha senso utilizzare tutti i canali a disposizione del brand per dare la massima visibilità a quanto realizzato.
Quindi i social network non solo sono utili a instaurare rapporti con persone potenzialmente interessate al nostro prodotto o servizio ma anche a creare del buzz intorno a un argomento attraverso i contenuti che saremo in grado di diffondere.

 

Perché un servizio per gestire i social network

A meno che tu non sia una grande azienda con un team dedicato a creare e pubblicare i contenuti sui diversi canali e tu non voglia trascorrere le giornate ad aggiornare i tuoi profili social, dovrai programmare la tua comunicazione con un po’ di anticipo.

Per farlo avrai bisogno di un servizio che ti consenta di amministrare tutti gli account da un’unica dashboard e ti permetta di scegliere l’orario e il giorno opportuno per ciascun canale. Possibilmente che sia anche in grado di farti utilizzare tutti gli strumenti che i social mettono nativamente a disposizione, ad esempio le menzioni (@account che vuoi aggiungere al post), le GIF, una gallery fotografica e altro.

Postpickr_menzione-fb

 

Se ti stai chiedendo se pubblicare contenuti attraverso un servizio di terze parti possa avere effetti negativi sulle prestazioni dei tuoi post, la risposta è no.

Questo è uno studio riportato dalla piattaforma Buffer, un altro social media management, che dimostra come non solo la pubblicazione tramite app esterne non abbia conseguenze negative, ma anzi possa ottenere risultati migliori.

 

Postpickr-post-di-terze-parti

 

Perché scegliere PostPickr

In passato ho provato piattaforme come HootSuite, Buffer e altre, ma ho scelto di utilizzare PostPickr perché:

  • gestisce tutti i principali social media quali Facebook (Pagine, Profili Personali, Gruppi ed Eventi), Twitter, Instagram, LinkedIn (Profili Personali e Pagine), Pinterest e Telegram (Canali)
  • per Facebook e Instagram fornisce le metriche più importanti per misurare le performance delle attività
  • il team di supporto e sviluppo è italiano
  • continua a rinnovarsi. Queste sono le più recenti modifiche introdotte:
    • upload multiplo di foto per Facebook e Twitter
    • upload dei video per Facebook
    • menzioni per le pagine Facebook
    • integrazione di Giphy per le GIF animate
    • gestione nativa delle Emoji sui social.

 

Aggiornamento marzo 2018 

PostPickr gestisce anche Google+

E’ notizia di queste ore che è possibile amministrare tramite PostPickr anche Profili e Pagine Google Plus. La notizia si è fatta attendere un po’ in quanto Google non rilasciava l’ingresso tramite API alla piattaforma, ma adesso il social assistant italiano è stato uno dei primi a eseguire l’aggiornamento.

PostPickr gestisce Google Plus

 

Dopo questa modifica non manca proprio niente a PostPickr per essere competitivo e efficiente!

Iscriviti gratis a PostPickr e usa la piattaforma con alcune limitazioni o contattami per ottenere il COUPON SCONTO e usufruire a un prezzo speciale del piano a pagamento con tutte le funzioni complete.

 

Secondo una stima di PostPickr, usare un social assistant per gestire i tuoi profili ti fa risparmiare fino al 70% del tempo che dedichi ai social media!

Tu quale piattaforma usi e perché? Se hai già provato PostPickr, cosa ne pensi?

 

Se vuoi sapere cosa scrivere sui tuoi profili sociali, controlla il mio corso “Piano editoriale per i social“!

Leave a Reply