Come recuperare gli iscritti che non aprono più le tue mail

Recuperare gli iscritti che non aprono

Spesso le domande più interessanti per creare articoli utili che le persone vogliono realmente leggere, arrivano proprio dai commenti degli utenti.
Recentemente, infatti, ho ricevuto un quesito che penso essere comune a tutti coloro che hanno attiva una newsletter legata al proprio business online, e cioè:

“Come recuperare iscritti che non aprono più le tue mail”

Avevo già parlato dell’importanza di tenere alto il proprio tasso di apertura, seguendo una serie di buone pratiche tra cui quella di cancellare gli utenti inattivi, cioè quelli che non aprono più i tuoi messaggi da un po’ di tempo.

Secondo una recente ricerca di MagNews, servizio di email marketing, sono 940 milioni le mail ricevute ogni giorno in Italia di cui 220 milioni inviate dalle aziende.

Le principali motivazioni per cui ci iscriviamo alle newsletter sono:

  • il 29% per tenerci informati
  • il 20% per i contenuti
  • il 18% per l’utilità (mi avvisa quando serve)
  • il 17% per gli sconti (mi fa fare buoni affari)

C’è poi un 10% di utenti che dichiara di ricevere newsletter senza sapere il perché mentre un 5% rimane iscritto solo perché è affezionato alla marca: utenti per i quali si può presumere che i messaggi vengano del tutto ignorati.

Prima di procedere con la rimozione di questi contatti inattivi, manovra da cui non puoi più tornare indietro, è bene però tentare di riattivarli.

Come? Ad esempio, attraverso il tuo servizio di email marketing puoi creare un segmento della tua lista usando determinati filtri.

In particolare, questa è la procedura da seguire per la app e sito MailChimp:

da Lists, se hai più di una lista, scegli quella che vuoi segmentare cliccando su “manage subscribers” e poi su “segments”.

recuperare gli iscritti che non-aprono_step1

Ora crea un nuovo segmento filtrando tra le attività la voce ‘Compaign Activity‘ tra le azioni ‘did not open’’ e un arco temporale che può essere determinato da un’edizione specifica di una delle tue campagne, da un gruppo di esse, per esempio le ultime 5/10/20 oppure da ‘all recent campaign’.

recuperare-gli-iscritti-che-non-aprono_step2

 

Per il segmento che avrai individuato, puoi provare a:

  • diminuire la frequenza di invio perché potrebbe determinare una reazione da parte di coloro che notano un cambiamento;
  • elaborare una campagna ad hoc.

In questo secondo caso, dovrai elaborare l’oggetto del tuo messaggio che è ovviamente l’elemento determinante per la sua apertura.
Per differenziarlo da tutti i precedenti che non sono stati cliccati dal segmento, ti suggerisco di inserire il campo attivo [FNAME] (nome dell’utente) direttamente qui per richiamare l’attenzione.
Parole come ‘Gratis’ e ‘Free’ non hanno quasi più appeal, anzi, possono essere filtrate dai controlli antispam, ma puoi provare a usarle se, ad esempio, hai realizzato un contenuto in omaggio come incentivo a tornare attivi.

Un altro elemento che potrebbe risvegliare l’interesse di un utente inattivo verso l‘oggetto della tua mail è l’inserimento di emoticon.

Il contenuto del messaggio, a mio avviso, dovrebbe essere estremamente chiaro, quindi potresti rivolgerti direttamente al tuo iscritto chiedendo se è ancora interessato a ricevere le tue comunicazioni magari indicandoti le sue preferenze, come ad esempio un argomento del tuo core business che vorrebbe che tu approfondissi o altrimenti, in mancanza di una risposta positiva, sarai costretto alla sua rimozione.

Conosci altri metodi che vuoi condividere per recuperare utenti inattivi?

Se vuoi sapere tutto su MailChimp, ti consiglio il mio ebook.

 

Hai trovato interessante l’articolo? Condividilo sui social e iscriviti alle news (no spam, max 1 a settimana) attraverso il form qui sotto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.