Alternative a Rapidology optin plugin

Rapidology-alternative_Optin plugin

Se stai leggendo questo post, molto probabilmente hai installato e apprezzato quanto me il plugin gratuito Rapidology per WordPress. Purtroppo, LeadPages, la casa produttrice, ha di recente dichiarato di terminare il servizio come puoi vedere dall’immagine seguente.

Da qui l’esigenza di trovare un degno sostituto che si integri con le principali piattaforme di email marketing e consenta di far registrare gli utenti alla propria newsletter o ad altri servizi, attraverso formati personalizzabili come form online, barre, landing e pop up.

Invece, se stai leggendo questo post un po’ per caso (con “optin” si intende l’atto di sottoscrivere una lista) e ancora non usi un sistema per raccogliere gli indirizzi email delle persone che passano sulle tue pagine web, questo è il momento giusto per implementarlo!

Nelle prossime righe ti spiego perché su tutti i software integrabili con WordPress, la mia scelta è ricaduta su Optin Form di Fancy Themes anche se considero la mia ricerca ancora aperta. Anzi, ti invito fin da ora a commentare il post nel caso in cui tu avessi trovato una soluzione più efficace della mia!

 

 

Rapidology-alternative_annu

 

Perché raccogliere gli indirizzi email degli utenti

Quasi il 98% del traffico che passa sul tuo sito o blog, dopo aver letto un tuo articolo, abbandona le tue pagine per sempre. Se non ci credi, controlla la percentuale di abbandoni del grafico visualizzabile alla sezione Pubblico, voce Flusso di utenti del tuo account su Google Analytics.

Che destino hanno quelle persone con cui non riesci a metterti in contatto nel momento in cui si trovano sul “tuo territorio”?

Hai indovinato! Non hai risolto il loro problema o desiderio (il motivo per cui si trovavano sulle tue pagine), e per questo, quasi sicuramente saranno andate a cercare la soluzione sul sito della tua concorrenza!

Come intercettare i tuoi visitatori

E’ quindi importante fornire un motivo per trattenere i tuoi visitatori ma anche per lasciare un proprio riferimento, in genere l’indirizzo email, che diventa indispensabile per intercettare il tuo pubblico e contattarlo al momento giusto.

A differenza di tutti gli altri social media, il canale email è di tua proprietà pertanto potrai decidere quando e come comunicare con i tuoi iscritti. E’ economico, infatti, una volta che avrai costruito il tuo database non dovrai pagare in pubblicità per mostrare i tuoi contenuti a tutti gli iscritti.

Rapidology e gli altri plugin citati in questo articolo sono software in grado di rilevare l’intenzione dell’utente di uscire dalla pagina, quindi di abbandonare il tuo sito. Nel momento in cui il visitatore indirizzerà il cursore del mouse verso l’angolo in cui è presente la “X” per chiudere la finestra o dopo un certo lasso di tempo di inattività, questi particolari software faranno apparire un box contenente un tuo invito all’azione come, ad esempio, l’iscrizione alla newsletter.

 

Alternative a Rapidology

Non è stato semplice trovare una soluzione alternativa a Rapidology, soprattutto perché il plugin presentava tutte le caratteristiche desiderabili: egregiamente funzionante, si integrava con il più alto numero di applicazioni terze, disattivabile dalla navigazione da mobile visto Google potrebbe penalizzarne la posizione tra i risultati di ricerca, ed era gratuito!

In effetti, Leadpages, SumoMe, OptinMonster, Thrive Themes e altre, sono tutte valide alternative ma sono servizi a pagamento.

 

Optin plugin gratuiti per WordPress

Se ti stai orientando verso un plugin gratuito, oltre agli overlayer di Hellobar che non prevedono un form da installare sulle pagine e Cat Optin disponibile solo per MailChimp, puoi considerare la versione free di Optin Revolution.

Optin Revolution

Mette a disposizione un unico modello di base che puoi personalizzare ogni volta sia nel testo sia nelle immagini. Puoi decidere la grandezza e i colori dei pulsanti e di tutti gli altri elementi previsti dal banner, anche se la grafica di partenza ha un concept un po’ superato.

Due aspetti che trovo limitanti:

  1. puoi integrare solo alcune delle piattaforme di email marketing di estrazione angloamericana quali AWeber, GetResponse, MailChimp, iContact e Constant Contact e nessuna di quelle italiane
  2. puoi usare solo il formato “pop up” e non è disattivabile da mobile (quindi i fattori negativi salgono a tre).

Rapidology-optin-revolution

 

MailMunch

Questo è un altro plugin che attualmente sto usando. Offre la possibilità di creare grafiche accattivanti per form, landing page e di gestire gli autoresponder collegati alle prime fasi di iscrizione proprio come prevede anche Cat Optin e broadcast successive. Si integra con un numero maggiore di piattaforme di email marketing rispetto ai software citati in precedenza e, qualora non ci fosse la connessione giusta, è possibile crearla con uno zap.

MailMunch ha un pannello di controllo piuttosto avanzato che permette di entrare nel dettaglio delle statistiche e degli iscritti per singolo formato.

 

Rapidology-alternative_mailmunch-dashboard

 

Purtroppo, anche in questo caso ci sono degli aspetti negativi che non lo fanno apprezzare quanto Rapidology:

  1. nella versione gratuita è possibile collegare un solo sito
  2. nella versione gratuita puoi usare tutti i formati previsti, tranne il form inline o  embedded. Questo significa che se vuoi inserire la registrazione come elemento integrante della pagina o del post, non puoi, tornando di fatto alla soluzione overlayer proposta anche dagli altri plugin per WordPress fin qui analizzati.

 

rapidology-mailmunch-formati

 

Optin Forms

Questo plugin nella versione gratuita consente di creare fino a sei versioni diverse del form per l’iscrizione alla tua lista. Potrai installarlo in automatico in un punto del tuo post e pagina oltre a posizionarlo in qualsiasi punto del sito o blog, ad esempio tra i widget della barra laterale, attraverso uno short code creato dal software.
Questa opzione è particolarmente vantaggiosa se devi sostituire in un colpo solo il tuo form su tutte le pagine!

Pensavi che Optin Form non avesse aspetti negativi? Purtroppo ti sbagliavi, questi sono quelli che ho riscontrato:

  1. le piattaforme di email marketing previste sono limitate alle più famose angloamericane e, purtroppo, nelle fasi di impostazione del plugin è richiesto l’ID della lista. Questo significa che, a differenza di MailMunch, non è possibile utilizzare Zapier per creare delle integrazioni ad hoc
  2. non è previsto il formato overlayer quindi non potrai far comparire barre e pop up per catturare l’attenzione del tuo pubblico.

Conclusioni

Come anticipavo questa soluzione non mi soddisfa appieno e pertanto la mia ricerca continua anche se probabilmente passerò a un servizio a pagamento di cui presto spero di poterti raccontare meglio.
Per adempiere alle funzioni dell’ormai compianto Rapidology, insieme al plugin Optin Form sto tenendo attivo anche MailMunch.

Apprezzerò molto se vorrai consigliarmi la tua soluzione, lasciandomi un commento e, visto l’impegno nella ricerca, se vorrai condividere il mio post con il tuo network per fa conoscere questo contenuto.

Parlando di iscrizione alla newsletter, approfitto per invitarti a iscriverti per ricevere altre risorse e consigli sul web marketing direttamente nella tua posta (no spam!).

 

2 commenti

  1. Giovanni 23 gennaio, 2018 Rispondi
    • Maura Cannaviello 24 gennaio, 2018 Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.