Individua il Buyer Persona per incrementare l’Inbound Marketing

Individuare buyer persona - questionario

Uno dei maggiori sistemi per portare al successo il proprio business, attraverso il marketing online, e in particolare strategie di content marketing, è quello di sviluppare materiali informativi, di prodotto o di intrattenimento, pensati appositamente per un pubblico specifico: il materiale giusto per la persona giusta!

Un tempo veniva definito “target”, oggi il concetto è stato evoluto in buyer persona o semplicemente persona, così come non si parla più di mero consumatore ma di consumAttore.

La ‘persona’ non è audience targettizzata solo su dati sociodemografici, ma è il profilo di un “consumatore esatto”. Il marketer, o chi si occupa della comunicazione del marchio o del prodotto, dovrebbe avere in mente un identikit preciso della persona a cui ci si rivolge, conoscere nome, età, interessi, stile di vita e abitudini mediatiche, come luoghi frequentati online (gruppi, forum, siti), dispositivi usati (desktop o mobile) e orari di navigazione preferiti.

Questi dati dovrebbero inoltre essere aggiornati ogni 6 mesi.

 

Come determinare la persona ideale a cui rivolgersi all’interno di una specifica nicchia di interesse?

Allo scopo di tracciare il consumatore esatto per fornire un semplice modo di categorizzare i nuovi potenziali clienti e adeguare i contenuti prodotti, è necessario conoscerne bisogni, desideri e comportamenti.

Buyer persona, dati da individuare:

  • Informazioni generali come nome, occupazione, ecc.
  • Dati sociodemografici (città, sesso, età, ecc.)
  • Interessi e passioni (online, offline)
  • Obiettivi personali e professionali
  • Ostacoli sfidanti per la persona
  • Il messaggio che vogliamo comunicare alla persona

 

Per ottenere queste informazioni, se sei un’azienda, coinvolgi ogni risorsa al tuo interno in modo da condividere i dati statistici, feedback dei clienti e dei fornitori dei diversi reparti, in particolare vendite e call center perché a più stretto contatto con il cliente finale.

Statistiche di Twitter

@marghette statistiche di Twitter sui follower

Puoi inoltre avvalerti degli Insights di Facebook, Google Analytics, le statistiche di Twitter e di altri social report o anche attraverso la realizzazione di un form online da sottoporre ai tuoi lettori (con la nuova versione di Drive puoi creare questionari e sondaggi in pochi semplici passaggi).
Potresti predisporre alcune domande da rivolgere al termine di una telefonata di assistenza, chiedendo preventivamente il consenso all’intervistato.

Tra poco ti dirò quali domande fare al tuo interlocutore, intanto considera che potresti chiedere quale social media preferisce e se fa acquisti online.

Se hai un piccolo budget da investire potresti avviare una campagna a pagamento con un contenuto premio in omaggio a tutti coloro che risponderanno al tuo sondaggio con il duplice risultato di ottenere informazioni per te preziose e di collezionare contatti di potenziali clienti.

In base al profilo della persona che emergerà, dovrai definire la tua keyword strategy.

In questo caso, le due domande da tenere sempre a mente sono:

  • quali argomenti o frasi (long tail keyword) cerca la mia audience sui motori?
  • Quale tipologia di contenuti (blog post, podcast, infografiche, presentazioni, ecc) ha riscosso maggiore successo tra la mia audience?

Quindi, per incrementare il traffico organico, dovrai scrivere post basati sulle keyword cercate dalla tua audience che non dovranno essere generiche, ma al contrario rispondere a un bisogno specifico. Quello della persona individuata.

Ho realizzato un modello di questionario per individuare il tuo buyer personas. Sbloccalo con un tweet!

Hai trovato interessante l’articolo? Condividilo sui social e iscriviti alle news (no spam, max 1 a settimana) attraverso il form qui sotto!

 





6 commenti

  1. Paloma 17 maggio, 2016 Rispondi
    • Maura Cannaviello 17 maggio, 2016 Rispondi
      • paloma 17 maggio, 2016 Rispondi

Leave a Reply